Castagnaccio (vera ricetta laziotoscana)

03 gennaio 2010  Pier-Luigi  Ricette (0)
Tipico delle zone dove vengono prodotte le castagne, il castagnaccio e´ un dolce povero e di semplice preparazione. Non incontra i gusti di tutti proprio per la sua semplicità, ma chi lo ama lo ama veramente.

 

farina di castagne dolce pinoli uva passa sultanina noci rosmarino arancio olio sale

 

Le dosi non sono consigliate in quanto il castagnaccio e´ un dolce da fare ´ad occhio´. Prima di tutto prendiamo un po di uva passa e mattiamola a mollo in acqua appena tiepida cosi nel frattempo si ammorbidisce. Mettere circa 400gr di farina in un recipiente possibilmente setacciandola ed aggiungere lentamente acqua tiepida fino ad ottenere un impasto abbastanza liquido e senza grumi. Prendere un arancio e grattucciare la buccia nell´impasto senza arrivare alla parte bianca (amara). Aggiungere ora poco piu´ di un cucchiaio di olio e un pizzico di sale. Versare in una teglia appena unta di olio o ricoperta di carta forno (va bagnata sotto l´acqua e stropicciata prima di stenderla per renderla piu´ omogenea) un primo strato di impasto, questo deve esere molto sottile. Cospargere ora lo strato di impasto con pinoli, uva passa e noci sbriciolate (non troppo) a piacere. Mediamente si usano 70/80g di pinoli, 50/100 di uva passa e tre o quattro noci. Adesso si puo´ ricoprire il contenuto della teglia con il rimanente impasto facendo attenzione che non diventi troppo alto (nella ricetta tradizionale il castagnaccio deve essere alto circa due dita). Si termina cospargendo la superficie con altri pinoli e rosmarino. Lasciare cuocere a 170/180° per circa 45 minuti. Il castagnaccio e´ pronto quando in superficie si notano le tipiche screpolature.

 

Deve rimanere basso e non servono aggiunte di leviti, latte, o cacao altrimenti non e´ piu´ castagnaccio. Non serve zucchero perchè la farina di castagne e´ già dolce di per se

Aggiungi Commento

Loading