PASTA E FAGIOLI CON MOSCARDINI (GAMBERO ROSSO)

Pasta e fagioli con moscardini (Gambero Rosso)

11 febbraio 2010  Pier-Luigi  Ricette (0)

 

200 g di fagioli cannellini secchi; 300 g circa di moscardini piccoli; 150 g di tagliatelle all´uovo secche; 150 g di polpa di pomodoro; 1 cipolla piccola; 2 spicchi d´aglio; 1 foglia di alloro; 3 cucchiai d´olio extravergine d´oliva; prezzemolo; peperoncino; sale Dosi 4 persone

 

Preparazione: 30 minuti + 12 ore di ammollo Mettete i fagioli in una ciotola, copriteli abbondantemente di acqua tiepida e teneteli in ammollo per tutta la notte. Trascorso questo tempo, scolateli e versateli in una casseruola insieme a uno spicchio d´aglio non spellato e alla foglia di alloro. Copriteli di acqua fredda e fate prendere l´ebollizione quindi salate, abbassate la fiamma al minimo e fate cuocere dolcemente per circa due ore. Pulite i moscardini. Togliete gli occhi e il becco quindi rovesciate la sacca e svuotatela. Lavateli molto bene sotto l´acqua corrente, asciugateli e, se non sono piccolissimi, dividete la sacca dai tentacoli e spezzettateli. Scaldate l´olio in una casseruola e fatevi soffriggere la cipolla tritata insieme allo spicchio d´aglio e un pezzetto di peperoncino. Quando il soffritto comincia a prendere colore, unitevi i moscardini e fateli rosolare per qualche minuto a fiamma vivace. Salate, aggiungete la polpa di pomodoro e lasciate cuocere per una decina di minuti. Scartate dai fagioli l´alloro e lo spicchio d´aglio e versateli con tutta l´acqua di cottura nella casseruola con i moscardini. Mescolate e, non appena riprende l´ebollizione, aggiungete le tagliatelle spezzettate. Regolate il sale e proseguite la cottura per circa dieci minuti. Fuori dal fuoco, aggiungete poco prezzemolo tritato e servite la zuppa calda o tiepida.

 

I moscardini (Eledone moschata) hanno l´aspetto di un piccolo polpo con i tentacoli rivestiti da una sola fila di ventose. da non confondere con i moscardini bianchi (Eledone cirrosa) con carne più consisitente e meno profumata. Tenerissimi e dal caratteristico profumo di muschio, sono uno dei prodotti più prelibati del Mediterraneo. Proprio per esaltare questa fragranza, i moscardini devono essere cucinati in maniera semplice. Sono ottimi, per esempio, bolliti per dieci minuti in acqua acidulata con un goccio di aceto e conditi con olio, sale e pepe. Oppure alla maniera veneziana (Folpetti in tecia): saltati in un soffritto di olio, aglio e prezzemolo e portati a cottura con un bicchiere di vino bianco.

Aggiungi Commento

Loading