Windows Live Mesh è pronto

08 marzo 2009  Pier-Luigi  Computer (0)

Live Mesh di Microsoft è davvero un prodotto interessante, completamente free, non troppo innovativo ma con un campo di applicazione molto vasto, sia a livello di utenza singola, sia a livello aziendale.
Per descrivere Live Mesh devo richiamare diversi argomenti gia affrontati in questo blog perchè si tratta di una integrazione interessante e unica nel panorama web.

Sempre di Microsoft è ormai celebre il servizio online di storage chiamato SkyDrive.
Skydrive è un hard disk online in cui depositare files che possono essere scaricati e aperti da internet.
Tramite il programma Gladinet, SkyDrive diventa una applicazione desktop per Windows che consente di accedere alle cartelle online direttamente dall'esplora risorse.
L'integrazione tra Gladinet e SkyDrive è sintetizzata da altri servizi simili molto celebri come Dropbox, Wuala e Zapr che consentono la condivisione di file sulla rete internet.

Live Mesh riprende tutte queste caratteristiche per la sincronizzazione dei file online e le integra con la funzionalità di Desktop Remoto.

Il Remote Desktop è una applicazione di Windows molto usata soprattutto a livello aziendale e consulenziale, che permette di accedere al desktop di un altro pc presente sulla stessa sotto rete (non internet) ed entrarvi direttamente nel desktop per lavorarci sopra come se ci si fosse davanti.
In altri articoli abbiamo descritto alcuni siti come Logmein e TeamViewer che permettono di accedere al desktop di qualsiasi computer configurato, usando il browser internet e quindi, ad esempio, di come poter usare il pc di casa dal lavoro e viceversa.

Windows Live MeshA questo punto, abbiamo praticamente gia descritto a cosa serve Live Mesh, Un Desktop remoto virtuale su rete internet per accedere a tutti i pc che si vuole, usabile da browser e provvisto di uno spazio online di 5 Gigabyte in cui sincronizzare i file di una rete di computer.

Per accedere a Live Mesh ci vuole un account Windows Live, lo stesso usato da Messenger, da Hotmail, Live.com, Msn.com, Skydrive e tutta la suite di prodotti online targati Microsoft.
Una volta entrati in Live Mesh si presentano due opzioni: "Add Device" e "Live Desktop".

Desktop remoto Live MeshAdd Device serve ad aggiungere i computer al controllo con Live Mesh.
Verrà scaricato un programma sul pc che una volta installato consentirà di gestire le cartelle condivise e i computer aggiunti, direttamente da desktop.
Live Mesh cartelle condivise
Live Desktop serve a creare cartelle e aggiungere file a Live Mesh che potranno essere viste e usate anche dal desktop vero del pc.
I file che si aggiungono dai pc, saranno visti anche dagli altri computer e la cartella è pienamente condivisa.

Dopo aver aggiunto uno due o tanti pc quanti si vuole, (l'aggiunta di un computer va fatta pc per pc, non si possono aggiungere tutti insieme) essi appaiono nel menu principale, sia da web, sia dall'applicazione desktop.
Se sono accesi e connessi in rete, i computer saranno segnati con la parola "online" e vi si potrà entrare in desktop remoto, da browser internet explorer.

Al proprio spazio condiviso, fatto di files e computer, possono essere aggiunti altri account cosi i pc e le cartelle del live desktop possono essere usati anche da altre persone autorizzate.

Windows Live Mesh è ancora in versione beta ma è pienamente utilizzabile; anche se presenta qualche bug, ad esempio, il mio explorer si è bloccato un paio di volte, tuttavia l'applicazione è decisamente potente e, credo, unica nel suo genere.
Penso che tante persone che accedono a internet e lavorano da più postazioni e alcune aziende che hanno bisogno di risparmiare soldi per l'integrazione del parco macchine, potranno trovare, da essa, molti benefici.

 

fonte:

http://www.navigaweb.net/2009/03/desktop-remoto-virtuale-e-cartelle.html

Aggiungi Commento

Loading