183
Vini

CANTINA PRODUTTORI BOLZANO ST MAGDALENER 2003

 Vino da supermercato, prezzo intorno ai 6 euro. Ricorda vagamente i barolo (molto) economici, al naso risulta poco intenso e si percepisce troppo alcool, in bocca invece l´impatto e´ migliore vinoso e piacevole anche se per nulla persistente. L´unghia e´ praticamente assente ed il colore ha un... [Prosegue]

Leggi...

LENTO FEDERICO II 2002

Il vino si presenta con un colore rosso rubino brillante e sfumature di rosso rubino poco trasparente Al naso rivela aromi intensi puliti gradevoli ed eleganti che si aprono con note di amarena e prugna seguite da aromi di lampone mora liquirizia ribes viola appassita vaniglia e accenni di tabacco eucalipto e cacao In bocca ha buona corrispondenza con il naso un attacco leggermente tannico e comunque equilibrato dallalcol corpo pieno sapori intensi buoni tannini Il finale 232 persistente con ricordi di prugna e amarena Un vino ben fatto Federico II matura per 12 mesi in barrique a cui seguono 6 mesi di affinamento in bottiglia Caratteristiche organolettiche: Colore rosso granato deciso intensamente fruttato e complesso ha un profumo ampio con sentori di prugne ciliegie e more armonizzate con il rovere francese Al gusto si presenta equilibrato con un gran corpo Mostra un inconfondibile carattere varietale E’ un vino che pu242 invecchiare per pi249 di 10 anni acquisendo sempre pi249 maggiore complessit224 aromatica [Prosegue]

Leggi...

SENSI VIGNE AMP VINI LAMPORECCHIO CHIANTI RISERVA 2002

 Violaceo sull´ unghia, corposo di un rosso intenso. Buon profumo di vino dove si sente la stagionatura di due anni. Eccellente a tavola accompagnato da arrosti e cacciagione. 6 euro sono veramente un ottimo prezzo per questo vino da tavola, o almeno si trova a questo prezzo al supermercato PAM... [Prosegue]

Leggi...

CANTINA PRODUTTORI CORTACCIA BRENNTAL 2002

Gewurztraminer sontuoso E’ oramai un classico questo Brenntal Nelle sue migliori espressioni (e questo ’02 la 232) propone aromi e profumi intensi e stordenti con in evidenza la rosa gialla ed il frutto della passione affiancati da sfumature di acacia e cardamomo Il tutto avvolto da una intensa e qualitativa nota mellita Straordinario in bocca Di grandissima struttura ed ammaliante morbidezza bilanciata da altrettanta freschezza Lunghissima la persistenza con ritorni di rosa e frutto della passione Vino equilibratissimo nel senso che a valori altissimi delle sue frazioni “morbide” fa corrispondere analoghi altissimi valori delle frazioni “dure” Un “equilibrio nelle altezze” quindi di cui il degustatore non pu242 che bearsi Per gustarlo al meglio a tavola occorre abbinarlo a preparazioni che propongano elevata speziatura e generosa persistenza gustoolfattiva per permettere di giungere (anche qui) ad un equilibrio vinocibo “nelle altezze” ovvero ad un equilibrio tra valori elevatissimi delle rispettive percezioni gustoolfattive [Prosegue]

Leggi...

LAGEDER ALOIS COR ROMIGBERG 2000

Supponiamo abbiate di fronte a voi un calice di nettare color rubino di cui d236 cui sapete solo che 232 stato ottenuto in Italia da cabernet sauvignon Come fareste ad individuare la regionezona di produzione Ovviamente tale problema avendo a disposizione i nostri soli sensi non 232 di facile soluzione Forse se si fosse in un consesso di ingegneri volerebbero termini quali problema “non risolvibile” cos236 come posto o non risolvibile con “formule chiuse” e ne sortirebbero iperuranie discussioni attraversate come folgori da tecnicismi matematici quali “soluzione ricorsivaiterativa … soluzione approssimata iniziale … sistema alle differenze convergente in n passi… ” Fortunatamente siamo solo dei degustatori umilmente consapevoli che la nostra 232 sempre una verit224 “soggettiva” ottenuta e supportata dalla conoscenza accoppiata alla intrinseca sensibilit224 ed all’addestramento dei nostri sensi Se ad esempio al naso apparisse una ben percepibile e non effimera nota balsamica ci242 sarebbe indizio (indizio si badi bene non certezza) che il cabernet sauvignon che abbiano dinnanzi potrebbe provenire dal Trentino eo dall’Alto Adige in quanto quella nota 232 sovente presente nei cabernet di quelle plaghe Si lavora per indizi quindi e qualche volta ci si azzecca Potrebbe quindi capitare di azzeccarci avendo di fronte questo gagliardo Romigberg vino “quasi” monovitigno nel senso che vi contribuisce anche un pizzico di petit verdot Rubino compatto al colore appena pi249 scarico nell’unghia Alta intensit224 di profumi con la nota balsamica (eucalipto) in primo piano a cui fanno da corona sentori di peonia rossa ribes nero mirtilli e liquirizia Bellissimo in bocca di lunga persistenza con tannini ben presenti (ma mai “puntuti” o sgarbati) vivida freschezza e ritorni coerenti di note di eucalipto peonia rossa e liquirizia Splendido e virile cabernet quindi ancora molto giovane ed al quale la carica polifenolica assicura (ed esige) un necessario ulteriore periodo di affinamento in vetro [Prosegue]

Leggi...

CANTINA PRODUTTORI SANTA MADDALENA TABER RISERVA 2001

“Solo vini semplici e beverini dal lagrein” Questo anni fa si sentiva sovente dire Nel frattempo molto 232 cambiato Molti lagrein sono assurti a complessit224 e persistenze insospettabili e impredicibili tanto da poter competere (ed a volte surclassare) prodotti di buona qualit224 a base (udite udite) di cabernet eo sangiovese Ci242 232 gi224 avvenuto avviene con questo Taber e sospetto avverr224 sempre di pi249 nel futuro Il perch233 232 presto detto L’Alto Adige 232 oramai una “potenza” nell’alta qualit224 vitivinicola E lo 232 da anni Ha tutto per esserlo pensiero e tecnologia allo stato dell’arte microclima vitigni e operosit224 Da tutto ci242 scaturisce questo purpureo Taber fragrante di fragola ciliegia e speziato dolce cui si accompagna una nota balsamica Bocca assolutamente coerente con una presenza imperiosa della sapidit224 Un consiglio Per comprendere quanto valga questo Taber provate a degustarlo in parallelo magari con un medioottimo chianti Poi sappiatemi dire Aspetto le vostre considerazioni [Prosegue]

Leggi...

SAN MICHELE APPIANO SANCT VALENTIN PINOT BIANCO 2003

E senzaltro cristallino di colore giallo paglierino carico Al naso troviamo un bellissimo aroma di frutta matura a polpa bianca mela renetta matura in primo piano gradevolmente citrina e tendente a mela limoncella Poi bianco minerale gessoso appena speziato di pepe verde elegantissimo Contesto intenso fitto serrato ed insieme elegante da vino di gran classe Sotto al palato si conferma di buona struttura polposo e morbido avvolgente sostenuto da vigoroso nerbo acido che ne rende lo spessore pi249 sottile ed ancora pi249 gradevole Il finale si ripete nel suo frutto bianco polposo e gradevolmente acidulo che via via lascia spazio ad elegantissime note minerali Uvaggio Pinot Grigio 100 Il produttore I vignaioli convinti che formano da ormai quasi un secolo la Cantina di produttori di San Michele Appiano affermano che da loro fare vino 232 una scelta di vita e cos236 232 anche per il loro sommelier Hans Terzer il quale ha saputo coniugare il suo estro e bravura con un grande amore per il territorio altoatesino e la sua secolare tradizione enologica La Cantina dei Produttori di San Michele Appiano nasce nel 1907 per volont224 di alcuni produttori locali che volevano rilanciare e rivalutare le uve di Appiano pur nel rispetto della Natura ma 232 soprattutto grazie ad Hans Terzer e alla sua volont224 di produrre vini bianchi tipicamente altoatesini e nello stesso stampo di marca internazionale che la Cantina ha raggiunto il vero successo La rivista del Gambero Rosso lha designata come Migliore Cantina dellanno per il 2000 Labbinamento Destinato ai buongustai pi249 esigenti per quanti vogliono provare il piacere di bere questo vino mangiando particolari piatti a base di pesce quelli di lago ma anche con minestre marinare o frutti di mare Provenienza Italia - Trentino Alto Adige Il libero mercato mette a disposizioni molti - e ben reperibili - sauvignon blanc Quello della linea Sanct Valentin 232 tra i pi249 affidabili e pluridecorati Il perch233 232 a mia opinione presto detto Oltre alla intensit224 e complessit224 dei profumisapori ed alla lunga persistenza gustoolfattiva 232 dotato di intrinseche e costanti doti di qualit224 ed eleganza So bene che sul concetto di “qualit224” di un vino (di un qualsiasi prodotto in realt224) vi sarebbe molto da discutere E’ sicuramente il parametro pi249 soggettivo quello che lascia al degustatore maggiore margine interpretativo (margine di errore se volete) Ma 232 il pi249 affascinante quello che qualifica e distingue degustatore da degustatore Ebbene per il mio naso e la mia bocca questo sauvignon blanc ed in questa pur siccitosa annata 232 di grande finezza ed eleganza Non “spara” micidiali e grevi bordate di (solo) sentore di foglia di pomodoro quanto piuttosto ne propone con leggiadria gli effluvi e li avvolge e contorna con tutta una variegata sequenza di note di erbe aromatiche (timo e maggiorana) e di albicocca In bocca non 232 da meno sempre elegantissimo di lunga persistenza ed ottima sapidit224 Soprattutto l’equilibrio e la perfetta corrispondenza nasobocca dei sentorisapori percepiti sono le doti che maggiormente impressionano e che immerse in un contesto tutto permeato di alte qualit224 rendono questo prodotto di assoluta eccellenza Che poi il costo non sia elevatissimo e non lo sia da molti millesimi a questa parte non pu242 che essere una ulteriore nota di merito che si affianca alle tante altre [Prosegue]

Leggi...

ABBAZIA DI NOVACELLA KERNER PRAEPOSITUS 2003

Proviene dall’Alto Adige 232 verdolino al colore con importanti note minerali al naso contornate da effluvi di biancospino acacia pesca a polpa bianca e timo Il tutto di grande finezza e vigorosa freschezza Siamo forse di fronte ad un bell’esemplare di riesling renano altoatesino Fuochino Siamo di fronte ad un gran bell’esemplare di kerner (uva a bacca bianca ottenuta quale incrocio tra l’uva a bacca rossa trollinger – ovvero la schiava grossa - ed il riesling renano) Le somiglianze con il riesling riemergono anche in bocca con le eleganti note minerali tutte contornate da sentori di pesca e di timo “Manca l’accenno di sentore di idrocarburo pofferbacco” – potr224 contestareconstatare qualcuno Ebbene si manca e temo che non si svilupper224 mai in questo kerner neanche con un ulteriore prolungato affinamento in bottiglia Ma che volete il riesling renano 232 sempre … il riesling renano ovvero (per molti) il pi249 grande e qualitativo vitigno a bacca bianca esistente Noi accontentiamoci di questo eccellente kerner che qualitativamente ha molto dei migliori (e costosissimi) riesling renano e come prezzo invece se ne discosta parecchio con nostro sommo gaudio [Prosegue]

Leggi...

BARONE DI RICASOLI CASTELLO DI BROLIO VIN SANTO 1997

Il metodo di produzione 232 quello della tradizione: grappoli selezionati uno ad uno vengono appesi e lasciati appassire per circa quattro mesi in un ambiente ventilato Il mosto ottenuto da pressatura soffice 232 fatto fermentare lentamente per circa tre anni e conservato in caratelli di rovere da 225 litri Un’ulteriore permanenza nel legno consente a cinque anni dalla vendemmia di ottenere un Vin Santo dal colore giallo con riflessi ambrati bouquet intenso e fragrante che ricorda violette e mirtilli maturi Il gusto 232 pieno e persistente di uva appassita con un netto sentore di mandorla dolce che permane a lungo in bocca Uvaggio Malvasia di Toscana 90 Canaiolo e Sangiovese 10 Vinificazione e affinamento 36 mesi in barriques per la fermentazione lenta altri 24 mesi di maturazione in legno e un ulteriore affinamenteo in bottiglia di 4 mesi Il produttore La storia di Brolio e quella dei Baroni Ricasoli sono legate tra loro fin dal XII secolo quando la propriet224 di queste terre fu ceduta dalla Repubblica di Firenze ai Ricasoli Era il 1141 e per oltre trecento anni furono attivit224 militari a impegnare la nobile famiglia che della difesa dei territori di Firenze contro la rivale Siena fece il suo impegno primario Quando poi nel 1478 le due citt224 firmarono la pace i Ricasoli continuarono a ricoprire importanti cariche militari (il Chianti sub236 fino a buona parte del XVI secolo le dure conseguenze delle varie invasioni straniere) alternandole alle attivit224 politiche in Firenze a quelle agricole in Brolio e nelle loro altre propriet224 Il nome della famiglia Ricasoli 232 legato indissolubilmente alla individuazione del Sangiovese come vitigno principale per i vini del Chianti Classico: nella seconda met224 dell180800 il Barone Bettino Ricasoli ne indic242 la primaria presenza in quell180assemblaggio di vitigni che si sarebbe poi chiamato Chianti Classico La propriet224 di Brolio compresa nei comuni di Gaiole in Chianti e in minima parte di Castelnuovo Berardenga si estende per oltre 1200 ettari per lo pi249 ricoperti da boschi Il clima giacitura e origine rendono queste terre particolarmente vocate alla coltivazione della vite che ama le terre difficili E a questo 232 da aggiungersi la straordinaria tradizione che la famiglia Ricasoli ha espresso nel corso dei secoli nella produzione di vini di qualit224 Al punto da rendere Brolio sinonimo di vino italiano L180abbinamento E180 un vino da bere con la pasticceria secca cantucci in particolare Buono come aperitivo e vino da conversazione Provenienza Italia - Toscana Il servizio Va servito alla temperatura compresa tra i 12-14176C [Prosegue]

Leggi...

LA-VIS TEROLDEGO 2005

Il Teroldego 232 un vitigno autoctono la cui coltivazione nella zona Rotaliana ha origini antichissime Il Teroldego La-Vis presenta un colore rubino intenso talora con riflessi violacei che con la maturazione si evolvono al granato Gradevole ed intenso 232 il caratteristico fruttato varietale di viola che diventa ampio etereo e persistente con l’invecchiamento Al sapore 232 caldo asciutto sapido con piacevole retrogusto amarognolo leggermente tannico ed armonico Vino eclettico da giovane offre accentuata l’intensit224 dei profumi se invecchiato (da 1 a 4 anni) evidenzia il carattere di razza che possiede Denominazione: Teroldego Vigneti delle Dolomiti IGT La-Vis Tipo di vino: Rosso Uve: Teroldego Numero delle bottiglie: 80000 Comune di ubicazione: Mezzolombardo - Piana Rotaliana Esposizione ed altimetria: fondovalle Suolo: franco alluvionale profondo strutturato mediamente fertile Forma di allevamento e densit224: pergoletta semplice e doppia 4000 vitiettaro Et224 delle viti: 15 - 20 anni Resa: 100 hlha Data della vendemmia: fine settembre – inizio ottobre Fermentazione malolattica: svolta Affinamento: Affinamento in bottiglia: 2 - 3 mesi [Prosegue]

Leggi...