183
Vini

CANTINA SANT’ANDREA CAPITOLIUM 2003

Composizione: Moscato di Terracina 100 Note: ha vinto la medaglia d’oro al 3176 concorso internazionale Muscats du monde 2003 Viene prodotto con uve raccolte tardivamente nelle zone pi249 vocate delle colline intorno alla cittadina di Terracina poste in piccoli cesti e lasciate appassire naturalmente per due mesi Dalla loro soffice spremitura viene separato il mosto fiore che viene fatto fermentare lentamente e messo in seguito a riposo per circa sei mesi in fusti di acciaio Viene poi lasciato maturare per altri sei mesi in barrique E infine riposa in bottiglia per sei mesi prima di essere commercializzato Si presenta cristallino di un caldo colore oro antico con riflessi ambrati consistente ma vivace al tempo stesso sui lati del bicchiere che restano grassi al passaggio del prezioso nettare formando larghi archetti che al tempo stesso rattrappiscono scendendo verso il basso per via della pronunciata e salubre acidit224 Al naso si rivela verace intenso e nello stesso tempo elegante: eccellenti le sensazioni aromatiche di moscato lalbicocca secca la confettura di fichi le erbe aromatiche quali finocchio selvatico e timo la speziatura dolce di zafferano e di spezie arabesche quali il cardamomo Al palato 232 dolce ma nello stesso tempo leggero e vivace per nulla sciropposo caldo ma equilibrato da una viva acidit224 sapido quasi salmastro interessante e lungo al retrolfatto di frutta secca e di macchia mediterranea Grande rapporto qualit224prezzo per un grande vino da meditazione estiva da serata fronte mare in pace con s233 stessi e con la natura da pasticceria secca di un dopocena con gli amici sotto al pergolato volendo anche da prosciutto melone e fichi in antipasto Servito fresco di frigo (14176 - 16176) anche tenuto nel secchiello del ghiaccio tanto una volta nel bicchiere risale di temperatura in pochi minuti in calici per vini bianchi con sentori olfattivi accentuati E’ un vino da meditazione da sorseggiare con gli amici magari davanti ad un bel dolce di crema o con qualche formaggio erborinato Prima annata di produzione: 1996 Posizione geografica delle uve: Comune di Terracina e Monte San Biagio Produzione media annuale di Bottiglie: 6000 Terreno: prevalentemente pesante a media tessitura tipico delle colline intorno a Terracina Sistema di allevamento: Filare con una densit224 tra le 4500 e le 7000 piante per ettaro Resa per ettaro: Circa 65 Qli massimo per ettaro resa in vino Max 40 Vendemmia: Ultima decade di Settembre Al momento della raccolta manuale del Moscato di Terracina viene effettuata un selezione delle uve lasciando sulla pianta solo i grappoli pi249 spargoli e pi249 belli che subendo una sovrammaturazione naturale in pianta sono raccolti successivamente proprio per realizzare questo passito L’uva viene poi posta in piccole cassette rimanendo cos236 ad appassire per oltre 2 mesi in un ambiente appositamente realizzato Vinificazione Maturazione e Affinamento: La difficoltosa diraspatura dovuta all’appassimento delle uve avviene in modo molto delicato La fermentazione si avvia lentamente con una breve macerazione a freddo seguita da una soffice pigiatura Durante tutto questo processo la temperatura viene costantemente tenuta sotto controllo Solo il mosto fiore viene separato e collocato in fusti termocontrollati dove naturalmente termina la lenta fermentazione mantenendo un notevole residuo zuccherino I successivi travasi e il controllo della temperatura mantengono in questo passito tutto il sapore e i profumi dell’uva da cui proviene Il vino dopo un riposo di circa sei mesi in fusti di acciaio viene posto in botti di rovere da 450 litri per maturare ed evolversi il tempo di permanenza in legno 232 di circa 6 mesi Successivamente viene imbottigliato e lasciato riposare in bottiglia per altri 6 mesi prima di essere commercializzato Profilo organolettico: Colore giallo oro brillante con riflessi ambrati profumi aromatici e persistenti tipici del vitigno di provenienza complessi dove emerge frutta a polpa gialla matura miele dattero frutta candita e leggera vaniglia Sapore dolce e vellutato pieno di buona struttura armonico e molto persistente Abbinamenti: Vino principe da dessert e meditazione si accompagna a tutti i piati dolci di una certa rilevanza ma anche con formaggi stagionati erborinati e pat232 di foie grasServire moderatamente fresco a 12-14176 Regione: Lazio Gradazione Alcolica: 14 Vol [Prosegue]

Leggi...

PALLAVICINI AMARASCO 2003

Un vitigno il cesanese molto sensibile alle caratteristiche del territorio nel quale 232 allevato (altitudine composizione del suolo distanza dal mare e clima pi249 in generale) ed altrettanto sensibile allandamento climatico delle annate di produzione Un vino quello che si ottiene con caratteri molto spinti di esclusivit224 unico di anno in anno ma sempre contraddistinto dal suo colore rosso rubino tendente al granato con linvecchiamento dai caratteristici profumi di violetta e di visciola che nelle migliori annate tende allamarena sotto spirito LAmarasco vino delle cantine Pallavicini 232 ottenuto da uve cesanese in purezza appassite al sole per circa un mese provenienti da un unico vigneto dei Castelli Romani posto a 250 metri di altezza lungo le pendici dei coni vulcanici della zona su un terreno ricco di ciottoli mediamente calcareo: condizioni ottimali per lallevamento del cesanese Dopo lannata desordio la 2002 contraddistinta dai profumi tipici del cesanese che sembravano emergere da un sottofondo lievemente vegetale lannata 2003 cambia completamente registro avendo goduto di uninsolazione che gli ha permesso di esprimere al massimo le peculiarit224 del vitigno dorigine Troviamo un vino cristallino di buona concentrazione cromaticamente ben impostato dal colore rosso rubino ancora vivace che si muove compostamente nel calice lasciando sulle sue pareti lacrime larghe e grasse che scendono lentamente Immediati allolfatto i riconoscimenti di visciola sotto spirito di nocciolo di ciliegia matura di tamarindo e piccoli frutti di bosco laccati sottilmente esaltati da note di violetta candita noce moscata e menta Al gusto assume spessore eccezionale passo morbido e vellutato contrappuntato da polpa e tannino di caratura superiore Il corpo evidente ed il fiato alcolico sono magistralmente bilanciati dalla buona acidit224 e dalla sapidit224 succhiata dai territori vulcanici sui quali luva nasce cresce e matura E entusiasmante la finezza di questo Amarasco lusinghiera la sua dolcezza lunga la progressione in un finale persistente lievemente ammandorlato tendente alleccellenza assoluta Un vino armonico e coerente dalla scelta del nome sino alle ultime sensazioni fornite che si abbina perfettamente a carni rosse aromatizzate eo speziate cacciagione e formaggi a media o lunga stagionatura servito a 16-18176C circa in calici di media ampiezza In virt249 delle sue caratteristiche non disdegna di essere sorseggiato anche come vino da meditazione in questultimo caso a temperatura ambiente- Vino particolarissimo ottenuto da uve Cesanese vinificate dopo un appassimento al sole di circa un mese Il bouquet 232 ampio con caratteristiche note di noce moscata rosa rossa ed incenso Di grande forza equilibrato ed avvolgente di lunga persistenza Gusto: di grande forza ma equilibrato ed avvolgente di lunga persistenza Abbinamenti: carni rosse formaggi a pasta dura ottimo anche da meditazione Gradazione alcolica: 14 vol Temperatura di servizio: Ambiente Come servirlo: Far decantare il vino prima delluso [Prosegue]

Leggi...

CANTINA S ANDREA PRELUDIO ALLA NOTTE 2004

Vitigni: Merlot 85 - Sangiovese 15 Gradazione alcolica: 125176 Prima annata di produzione: 1970 Posizione geografica delle uve: Comune di Terracina Produzione media annuale di Bottiglie: 15000 Terreno: prevalentemente sabbioso e a medio impasto Sistema di allevamento: Filare con una densit224 variabile tra le 3500 e le 6000 piante per ettaro Resa per ettaro: Circa 90 Qli massimo per ettaro resa in vino Max 65 Vendemmia: Ultima decade di settembre e prima decade di ottobre selezione delle uve e raccolta manuale Vinificazione Maturazione e Affinamento: La macerazione avviene in appositi vinificatori di ultima generazione per avere un’estrazione selettiva dei complessi polifenolici In base alla sanezza delle uve la macerazione pu242 variare di durata ma generalmente 232 compresa tra 79 giorni Durante questa delicata fase si cerca di mantenere la temperatura al di sotto dei 30176 in modo da avere una buona estrazione di polifenoli ed antociani ma anche una certa finezza olfattiva Al termine della fermentazione il vino viene travasato e lasciato riposare in piccoli serbatoi di acciaio per circa tre mesi dove naturalmente ultima la fermentazione malolattica acquisendo maggiore morbidezza e rotondit224 Viene poi fatto maturare in piccoli botti di rovere al primo e secondo passaggio per quattro mesi e successivamente viene imbottigliato e lasciato affinare per tre mesi in bottiglia prima di essere commercializzato Profilo organolettico: Colore rosso rubino intenso profumi caratteristici a tratti selvatici complessi vinoso emerge frutta a polpa rossa matura marmellata di frutti di bosco marasca e lievi note speziate Sapore secco di buona struttura pieno armonico morbidamente tannico e piacevolmente persistente Abbinamenti: Grande vino rosso la struttura e il corpo lo rendono adatto ad accompagnare piatti a base di carne arrosti carne alla brace o alla griglia ma anche piatti a base di selvaggina di pelo e di piuma e primi piatti con sughi a base di carne Per qualcosa di particolare consigliamo anche abbinamenti con formaggi stagionati Regione: Lazio [Prosegue]

Leggi...

LA VIS RITRATTI 2002

Il Cabernet Sauvignon 232 un vitigno di origine francese che da decenni 232 coltivato nei vigneti delle zone collinari di Sorni e Pressano con ottimi risultati nella selezione del Progetto Qualit224 Il Cabernet Sauvignon Ritratti ha colore rosso rubino molto fitto con orli di granata All’olfatto 232 potente e intenso dove le note di frutta scura il peperone maturo e la melanzana si confondono nella vaniglia e nelle spezie di liquirizia e cannella per sconfinare in delicate sensazioni eteree frammiste a note di caff232 e cioccolato creando cos236 un insieme aromatico particolarmente ampio e raffinato Il palato 232 subito piacevole con note morbide ed avvolgenti di sensazioni alcoliche che si allungano nel frutto concentrato e maturo Il legno caldo ed evoluto dona continuit224 di gusto rendendo la beva un amalgama gusto-olfattivo particolarmente lungo e variegato: vino austero e possente dal sapore deciso e caratteristico Caratteristiche Zona di produzione: Trentino - Sorni Pressano 350 m sul livello del mare Uvaggio: Cabernet Sauvignon 100 Epoca di vendemmia: Terza decade di ottobre Vinificazione: Ottenuti dai classici vitigni Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon di origine bordolese sono vini generosi di spiccata personalit224 Le uve se vinificate singolarmente danno origine ai rispettivi vini mentre se vinificate congiuntamente costituiscono la Trentino DOC Cabernet Fermentazione malolattica: svolta Maturazione: Affinamento: 14 mesi in barriques di rovere Affinamento: Affinamento in bottiglia: 6 mesi Gradazione: 125 Possibilit224 di invecchiamento: Si esprime al meglio dopo 4 - 5 anni di maturazione Temperatura e modalit224 di servizio: 18 - 20 176C Abbinamenti: Arrosti di carni rosse selvaggina e formaggi stagionati a pasta dura [Prosegue]

Leggi...

DONNAFUGATA SEDARA 2003

Tipologia: Rosso - Nero dAvola Igt Sicilia Gradazione alcolica: 135 vol Uve: Nero dAvola 100 Allevamento: a controspalliera e potatura a cordone speronato Densit224 media dimpianto 5000 ceppi per ettaro e produzione di circa 85 qha Terreno di medio impasto Vinificazione: Le uve raccolte in Settembre vengono vinificate in acciaio con macerazione sulle bucce per circa 10 giorni alla temperatura di 26-30176C A fermentazione malolattica svolta il vino passa in barrique di rovere di secondo passaggio per circa 9 mesi prima di affinare in bottiglia per almeno altri 3 mesi Descrizione: Il rosso rubino si completa con sfumature granato molto vive Limpatto olfattivo 232 intenso volto su sensazioni di tabacco spezie e note minerali Bocca equilibrata che riporta al palato la frutta rossa precisamente la mora e la marasca Chiude con buona persistenza Abbinamenti: Da abbinare a primi piatti con sughi di carne paste al forno elaborate e carni rosse Da provare su tonno appena scottato In due ricette: Tonno con polenta cannelloni ai pistilli di zafferano farciti al fegato grasso Farsu magru il tradizionale rotolo di carne ripieno con uova prosciutto caciocavallo ed erbe aromatiche Come servirlo: In calici di media grandezza pu242 essere stappato al momento ottimo a 16-18176C Regione: Sicilia Codice Prodotto: VR04701152 Formato: 75 cl La vita 232 solcata da innamoramenti e ognuno di essi traccia nuovi inaspettati corsi al nostro destino Era l’estate del 1997 quando assaggiai a Panarea un vino rosso che mi procur242 un senso di gioia di calore e soprattutto il desiderio di scoprire il territorio da cui proveniva Dopo tanti viaggi nel mondo del vino non riuscivo a credere che fosse l236 nel centro del mediterraneo la chiave di tutto Il profumo intenso di polpa di frutto di un Mediterraneo antico e della nostra giovinezza il sapore cos236 pieno avvolgente morbido e inebriante Ho continuato a berlo in quei giorni di Panarea ed ogni volta il Sed224ra stazionava a lungo nel palato nel cuore e nella memoria Oggi mi sento a casa mia quando sono a Donnafugata e sogno di continuare in modo pi249 eterno il mio incontro con l’isola del sole Gelasio Gaetani Lovatelli Dal nome di famiglia di Angelica l’affascinante Claudia Cardinale del film Il Gattopardo diretto da Luchino Visconti questo vino ne porta nel cuore la concretezza e la soavit224 L’etichetta rimanda alle cantine di Contessa Entellina ed alla terra dove affondano le radici autoctone di questo vino Il rosso rubino si completa con sfumature granato molto vive L’impatto olfattivo 232 intenso volto su sensazioni di tabacco spezie e note minerali Bocca equilibrata che riporta al palato la frutta rossa precisamente la mora e la marasca Chiude con buona persistenza [Prosegue]

Leggi...

FARNESE MONTEPULCIANO DABRUZZO COLLINE TERAMANE OPIS RISERVA 2001

Vino di corpo morbido equilibrato intenso e persistente pronto per essere bevuto nel momento di immissione sul mercato ed anche per invecchiamenti di 45 anni [lavinium] Alla vista si presenta con un colore rosso rubino intenso e sfumature di rosso granato poco trasparente Al naso rivela aromi intensi puliti gradevoli eleganti e raffinati che si aprono con note di amarena e prugna seguite da buoni aromi di mirtillo tabacco viola appassita liquirizia carruba vaniglia e accenni di legno tostato mentolo e china In bocca ha buona corrispondenza con il naso un attacco leggermente tannico e comunque equilibrato dallalcol corpo pieno sapori intensi buoni tannini gradevole Il finale 232 persistente con ricordi di prugna amarena e mirtillo Un vino ben fatto Questo Montepulciano dAbruzzo matura in barrique per 18 mesi e per 6 mesi in bottiglia [da lavinium] Proveniente dalla sottozona Colline Teramane divenuta Docg con la vendemmia 2003 questo Montepulciano dAbruzzo Opis Riserva 232 un rosso eccellente capace di assorbire senza difficolt224 gli oltre 2 anni passati in barrique e botti di rovere di Slavonia Il colore 232 rubino intenso e concentrato i profumi partono subito con un bel fruttato di mora e amarena in confettura ciliegia su uno sfondo di rose rosse appassite per poi cedere in verit224 poco ai caratteristici sentori del legno vaniglia e cioccolato fondente piuttosto cannella e noce moscata Note perfettamente ritrovate al gusto che mostra tannini forti ma fini e una bella polpa che si mantiene nel lungo finale Servitelo a 18176 C in calici panciuti con pappardelle al sugo di capriolo gnocchetti in salsa di cinghiale castrato in casseruola ossibuchi di manzo stufati [Prosegue]

Leggi...

FARNESE 5 AUTOCTONI 2003

Giunto alla sua quinta edizione il Cinque Autoctoni 2003 si rivela un vino di grande caratura indubbiamente opulento grasso e potente (impressione che potrebbe dare gi224 nellosservare la bottiglia decisamente pi249 grande e spessa al punto che da lontano la si potrebbe scambiare per una magnum) ma anche con un proprio carattere e una forza espressiva non comuni Il colore 232 un bel rubino-violaceo intenso e concentrato tanto che la luce non riesce ad attraversarlo Il bouquet 232 ampio e di notevole intensit224 si passa dai fiori secchi a un bel fruttato maturo di mora ciliegia nera poi prugna secca ribes per poi attraversare nuances mentolate e balsamiche richiami al tabacco al cuoio al cioccolato alla liquirizia dolce Limpatto al gusto 232 deciso e denota una trama tannica fitta ma gi224 vellutata mentre il frutto dolce e succoso lo rende decisamente morbido e piacevole Il sostegno dellacidit224 e una leggera vena sapida gli donano particolare equilibrio il finale 232 di grande pulizia e molto lungo Di difficile abbinamento con primi piatti a meno che non preparati con sughi molto concentrati di selvaggina mentre per i secondi si va sul sicuro su carni rosse cotte in intingolo e riccamente speziate Sfiora le cinque chiocciole [Prosegue]

Leggi...

DARIO DANGELO WINES DAR236S 2001

Ennesima ottima prova per questo Trebbiano dAbruzzo che si riconferma fedele al suo stile polposo e succoso gi224 a prima vista col suo colore oro-verde e le sue lacrime fitte e grasse che si stampano sul calice per restarvi saldamente attaccate La base olfattiva 232 oro-verde come laspetto visivo vegetale di mandorla verde ed erbe di montagna poi fruttata di frutti tropicali maturi grassa di burro di cacao accompagnata da lieve nota vanigliata Il gusto 232 corposo e morbido bilanciato da media freschezza e nitida sapidit224 seguito da un finale caratterizzato dalla tipica nota ammandorlata del vitigno Appena maggiormente caratterizzato dalla permanenza in legno rispetto al suo predecessore che sar224 metabolizzata nei mesi a venire questo Trebbiano 2001 rivela nella fase centrale della degustazione qualcosa in comune con alcuni grandi chardonnay di Borgogna che poi coniuga felicemente con sensazioni di piena tipicit224 Da gustarsi a 12176 circa in ampi ed alti calici insieme a piatti pregiati di pesce cucinato al court bouillon o anche con il locale brodetto abruzzese Ottimo anche in accompagnamento a carni bianche [Prosegue]

Leggi...

FEUDO MONACI SALICE SALENTINO 2003

Quante volte vi sar224 capitato di scorrere lo sguardo tra gli scaffali di un supermercato tra centinaia di etichette e non sapere cosa scegliere Se incrociate letichetta del Feudo Monaci Salice Salentino rosso 2003 405 euro da Carrefour lasciate da parte i tentennamenti e mettetelo nel carrello Questo pugliese non vi deluder224 Di colore rubino con aromi di marasca leggermente speziati delicati e fini In bocca si rivela un vino fruttato e caldo intenso leggermente amarognolo con una buona persistenza e una buona finezza complessiva Non un campione daccordo ma cosa chiedere di pi249 per un prezzo del genere Un rosso da bere in compagnia da far gustare agli amici magari quelli che fanno gli intenditori Un vino per tutte le stagioni: specialmente adesso che si avvicina il caldo questo 232 un vino che si pu242 gustare anche un paio di gradi sotto i canonici 17-18 176C Rinfrescatelo bene mettendolo per un paio dore in frigo oppure lasciandolo in frigorifero fino a un paio dore prima di berlo Da provare con paste al pomodoro al rag249 un risotto al radicchio un tonno alla brace [Prosegue]

Leggi...

DONNAFUGATA BEN RYE 2004

Dopo le prime intense note di albicocca e pesca i profumi si rincorrono tra meandri di sensazioni dolci di fichi secchi e miele Lunghezza finale con ritorno armonico dei profumi Incomparabile vino da dessert e da meditazione Si abbina perfettamente con dolci alla frutta ma anche con formaggi a pasta dura e piccanti [Prosegue]

Leggi...